RICOMINCIO DA ME

Sono una persona che crede alle coincidenze. Al destino. Ho una filosofia tutta mia, nel senso che non sono una che pensa sia tutto gia’ scritto.. ma non sono nemmeno una che pensa che la vita si possa totalmente cambiare solo con la forza di volonta’. Ci deve essere per forza un filo che ti lega a certe situazioni.. che tu lo voglia o no.. altrimenti alcune cose proprio non si spiegano. E soprattutto credo nei segni. Quelli che ti fanno domandare perche’ determinate cose accadono e se l’universo stia cercando di dirti qualcosa.

Questo blog e’ iniziato come un diario, perso nel corso degli anni, abbandonato. Due post aggiornati una volta all’anno solo per via della Green Card, per il resto, pero’, e’ solo un vago ricordo dell’inizio del mio percorso all’estero e di tutti i post che avrei dovuto scrivere e che non ho mai scritto. Immaginate quindi il mio stupore, quando 10 minuti fa, mi sono seduta alla scrivania con l’intento di scrivere per la prima volta dopo anni.. e accorgermi che questo blog e’ nato proprio oggi, 10 anni fa. 5 Gennaio 2013. E considerando quello che sto per raccontare, mi sembra un segno grande come una casa. Che non posso ignorare.

Ho passato la maggior parte del 2022 a lottare. Lottare contro la malinconia di “casa”, lottare contro la solitudine, lottare contro le lacrime silenziose che mi hanno accompagnata per la maggior parte del tempo. Ho passato mesi a nascondere la verita’, a trovare scuse per quello che stava succedendo. A cercare di salvare un rapporto che probabilmente non voleva essere salvato. Ho iniziato un percorso di terapia, sono tornata in Italia spesso, ho lottato con la mia abitudine di tenermi tutto dentro e piano piano ho raccontato ad alcune persone quello che stava succedendo. Un’amica, la seconda, la psicologa, mia madre.. oh, come e’ stato difficile dirlo ad alta voce. Anche ora lo e’, nonostante siano passati mesi. Mi si spezza la voce in gola e le lacrime mi rigano il viso.. ma e’ arrivato il momento di ammettere che, purtoppo, e’ finita.

La realizzazione di questa verita’ non e’ stata graduale ma e’ stata improvvisa e segnata da due momenti ben precisi, che hanno cambiato il mio modo di vedere le cose e che mi hanno fatto capire che era arrivato il momento di smettere di piangermi addosso e di fare qualcosa. Il primo, a meta’ novembre, quando mi sono detta che cosi’ non poteva piu’ continuare e il secondo oggi, quando mi sono detta che da oggi scegliero’ me, a prescindere da tutto. Oggi ho realizzato che l’unica cosa che posso fare e’ salvare me stessa e quella poca felicita’ che mi e’ rimasta, prima che sparisca del tutto. Oggi ho realizzato che dovro’ ricominciare da capo, da sola. 10 anni dopo la mia partenza dall’Italia, quando ho preso un volo da Malpensa insieme a Mattia, senza certezze, con una valigia troppo pesante e il sogno americano nel cuore. Oggi e’ quando ho realizzato che dovro’ rinunciare a tante cose e che solo io potro’ decidere quali saranno. La casa? Cape Cod? La mia vita qui? Ho in testa tante domande e zero risposte. L’unica certezza e’ che oggi ho capito che non c’e’ piu’ nulla da poter salvare perche’ a volte l’amore non e’ abbastanza e non si puo’ forzare una relazione. Oggi ho capito che la speranza e’ l’ultima a morire e che la mia e’ morta.

Tre ore fa guidavo in macchina e piangevo e ho pensato a questo blog. E mi sono detta che avrei dovuto scrivere di questa realizzazione, per non dimenticarmene domani o dopo o nei momenti di sconforto, quando si cade nella tentazione di pensare che accettare e rimanere in una relazione infelice sia la cosa giusta da fare. Solo perche’ e’ la strada piu’ facile, piu’ familiare.

Credetemi, ci vuole coraggio anche ad andarsene.

Non so se capite perche’ quello del blog e’ un segno grande come una casa.. ma per me lo e’ perche’ è una coincidenza troppo grande. 10 anni esatti. Fino a un’ora fa non avrei mai pubblicato queste parole, avrei tenuto il post in bozza.. non avrei mai ammesso a tutti che il mio matrimonio e’ finito. Perche’ fino ad oggi non lo volevo ammettere nemmeno a me stessa. Ora, pero’, e’ cambiato tutto. Oggi ricomincio da me. Cosa ne sara’ del mio futuro ancora non lo so, ma da questo momento non si torna piu’ indietro e non posso fare altro che sperare di essere forte abbastanza per farcela da sola, ovunque il destino mi portera’.

-Y

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...